mercoledì 20 marzo 2013

Ezio Bosso salvato dalla musica

Il Maestro Ezio Bosso




“Scendono le gocce di pioggia, prima una carezza sul viso, poi un martellare fitto nel quale perdersi, senza più pensieri, nella magia di un tempo che si dilata”. E’ uno dei brani musicali, Rain, in your black eyes, con il quale Ezio Bosso, 41 anni, è ritornato alla ribalta, dopo essere uscito dal buio che lo ha sigillato dentro il corpo per sei mesi. Immobile, in uno spazio totale,escluso dalla vita degli altri, a causa della malattia che ha interrotto la sua attività di compositore e direttore d’orchestra di fama internazionale, autore di colonne sonore di film come Io non ho paura.
“La musica” dice “quando ero prigioniero del mio corpo, mi ha aiutato a guardare avanti, a scoprire dimensioni sconosciute dell’esistenza. E’ stato come un ricongiungermi a fatti che non conoscevo, scoprire parti della mia identità più autentica…Oggi l’idea principale che sta alla base del mio lavoro è l’attenzione all’uomo. L’esperienza musicale è sempre un’avventura umana, scambio di emozioni e di scoperte fra chi suona e chi ascolta. Siamo, per me, entrambi musicisti, anche se con funzioni diverse. In questa integrazione si diventa migliori”.

Mariapia Bonanate

Da Mariapia Bonanate, Il maaestro d’orchestra salvato dalla musica, Famiglia Cristiana 3 marzo 2013

Nessun commento: