venerdì 30 agosto 2013

"Se tu non la pensi come me...siamo amici lo stesso"


Riportiamo alcuni passaggi di un discorso fatto da Papa Francesco ad un gruppo di giovani giapponesi:

Conoscere altre persone, altre culture sempre ci fa tanto bene, ci fa crescere. E questo perché? Perché se noi siamo isolati in noi stessi, abbiamo soltanto quello che abbiamo, non possiamo crescere culturalmente; se invece noi andiamo a trovare altre persone, altre culture, altri modi di pensare, altre religioni, noi usciamo da noi stessi e incominciamo quell’avventura tanto bella che si chiama “dialogo”.
Qual è l’atteggiamento più profondo  che dobbiamo avere per dialogare e non litigare? La mitezza, ossia la capacità di incontrare le persone, di incontrare le culture con pace; la capacità di fare domande intelligenti: “Ma perché tu pensi così? Perché questa cultura fa così?” Ascoltare gli altri e poi parlare. Prima ascoltare e poi parlare. Tutto questo è mitezza. E se tu non la pensi come me… siamo amici lo stesso. Io ho sentito come pensi  tu e tu hai sentito come penso io.
Questo dialogo è quello che fa la pace. Non si può avere pace senza dialogo. Tutte le guerre, tutte le lotte, tutti i problemi che non si risolvono, con cui ci scontriamo, ci sono per mancanza di dialogo.


Francesco

da Andrea Galli,  "Senza dialogo non c'è pace" Il Papa agli studenti giapponesi: isolati non possiamo maturare, Avvenire 22 agosto 2013

Nessun commento: