venerdì 5 ottobre 2012

Una nuova classe dirigente

giovani in un'aula universitaria

Più che di un rinnovamento anagrafico, 
la politica necessita oggi di una forte iniezione etica. 
Con una nuova classe dirigenre 
che non pensi solo a "sitemarsi" con vitalizi e benefici vari.
 Chi va in politica deve "rimetterci".
 E non guadagnarci. 
Servire il paese è già un grande onore. 
E dopo uno o due mandati si torna tutti alle occupazioni di prima.

da Famiglia Cristiana - L'armata brancaleone nel Paese del Bengodi - 30 settembre 2012

Nessun commento: