venerdì 22 novembre 2013

Quale alternativa al mito del sospetto?

Se intendiamo dialogare, dobbiamo concentrare tutta la nostra attenzione sull'uomo, e in particolare sul rapporto degli uomini fra loro, cioè di noi fra di noi e di noi con gli altri.
Dobbiamo vivere il dialogo come alternativa al mito del sospetto, al mito della sfiducia e rivalità e della strumentalizzazione dell'altro...Nell'uomo c'è il bene e il male. Noi puntiamo sul bene, sul positivo in ognuno per rafforzarlo e sostenerlo, per ingrandirlo.

Arnaldo Diana


da Costruiamo insieme un mondo unito, Atti del Convegno 2-3 maggio 1992

Nessun commento: