mercoledì 28 marzo 2012

Un economia di equilibrio


Un modello economico basato sulla crescita esponenziale dei consumi e della popolazione presuppone che le risorse da consumare siano infinite. Sappiamo, invece, che non è così, in quanto viviamo in un mondo finito.

Io penso che debba preoccupare tutti un futuro, dove gli uomini si combatteranno per accaparrarsi l’ultima risorsa rimasta.

Se gli abitanti della Cina e dell’India, i due colossi emergenti, consumassero quanto i cittadini europei, le risorse globali si assottiglierebbero pericolosamente nel giro di pochi anni.

Cosa fare? Non ho nessuna ricetta, ma so che bisognerebbe invertire la rotta. Bisogna passare da un’economia di crescita ad un’economia di equilibrio.

Annunziato Labate

Nessun commento: