martedì 3 marzo 2015

La parte più vera e intima di noi


Generalmente si pensa che ognuno di noi ha una psiche personale, una psiche dentro di sé, dentro la testa. Invece la parte più vera e più intima di noi, e cioè il “sé”, non è una realtà individuale e individualista,  bensì “una interiorizzazione della comunità”. E’ una espressione usata da un grande psicoanalista ancora vivente James Hillman. Secondo lui, e tanti altri psicologi,. Siamo immersi in una psiche molto più grande. Carl Jung parlava di “inconscio collettivo”.
Comunità non significa, però, solo comunità di persone, ma anche di valori, di figure, di ideali, di luoghi e di cose. Noi troviamo noi stessi  entrando in mezzo alla comunità che ci circonda, nel condominio, nel quartiere, nella città.
Dove finisce ognuno di noi e dove inizia? E’ difficile dirlo. Molti studi hanno mostrato che un forte coinvolgimento della comunità influisce a tal punto sulla persona che è uno degli indizi più importanti della salute individuale.
Sentire di vivere insieme alla propria famiglia, per quanto è possibile, all’esterno, con e per gli altri, è un normale segnale del desiderio di realizzare “il vero sé”.


Pasquale Ionata

da Pasquale Ionata, Il vero "sé", Città Nuova

Nessun commento: