venerdì 28 novembre 2014

Giù le mani dai territori

L'isola di Procida (Italia)
Erroneamente il politico pensa di possedere il luogo nel quale esercita il suo mandato! Questo era prima, quando c'era la Monarchia o quando imperava la Dittatura. La Democrazia ha capovolto la situazione. A quanti si impegnano coraggiosamente nella vita politica di oggi doniamo questa poesia: 

L'isola non è tua
                   non è tua la città
                   il mondo.
Tu sei dell'isola,
                le appartieni
con gli altri
                a custodire un bene.

Vi abiti per arricchirla.

Se all'ombra della tua casa si brama
           e si possiede,
tu guarda 
            il costone che sprofonda in mare.

L'isola non è tua.
                      Tu sei dell'isola, di una città,
             del mondo.

da Pasquale Lubrano Lavadera, L'isola non è tua, Mobydick, Faenza 2007.

Nessun commento: