lunedì 17 novembre 2014

Penny Wirton: scuola senza voti

Eraldo Affinati con alcuni alunni della Penny Wirton di Roma
Senza voti. Senza classi. Senza valutazioni. Come se leggere e scrivere fossero acqua, pane e vibo. La scuola si chiama "Penny Wirton" dal titolo di un racconto di Silvio D'Arzo, il cui protagonista è un orfano che non ha mai conosciuto suo padre. 
La scuola insegna gratis la lingua italiana  ai ragazzi stranieri.
Tutto cominciò sei anni fa a Roma nei locali della chiesa di San Saba sull'Aventino messa a nostra disposizione dai Gesuiti con 5 docenti volontari. Oggi solo a Roma siamo più di cento. Grazie a Marco Gatto, giovane e appassionato scrittore, abbiamo aperto numerose sedi in Calabria, Poi sono nate sedi a Padova, Torino, Aversa, Monterotondo. Quest'anno a Roma abbiamo avuto 400 studenti, anche adulti. Si utilizza un manuale scritto da me e mia moglie Anna Luce Lenzi: Italiani anche noi (Il Margine Editore) con molti esercizi e altrettanti disegni... Uno spettacolo meraviglioso sono i ragazzi ripetenti, espulsi dalle scuole statali, che si trasformano in volontari.

Eraldo Affinati
il testo base delle scuole Penny Wirton



da Eraldo Affinati, Professori volontari d'italiano senza voti, Corriere della Sera, La Lettura,  20 aprile 2014

Nessun commento: