giovedì 24 febbraio 2011

La festa del 17 marzo 2011


Sarebbe importante che la festa del 17 marzo 2011 fosse l’occasione per ritrovare, in ogni famiglia, quel tassello di storia patria custodito spesso dalle donne, che alla terra dei padri tengono ancor più degli uomini. Tutti insieme, quei tasselli sono il grande racconto del nostro passato, spesso ribadito da lettere, carte, oggetti, simboli: un patrimonio prezioso, che però i nostri figli e nipoti non hanno mai visto e compreso fino in fondo. Un giorno di riposo che divenisse l’occasione per narrare e recuperare quel che ogni famiglia ha dato al nostro paese, gioverebbe al sentimento dell’unità nazionale più di tante celebrazioni.

Aldo Cazzullo

da "Gli italiani contro voglia" di Aldo Cazzullo - Corriere della sera del 13 febbraio 2011

1 commento:

Anonimo ha detto...

Sono italo-brasiliana. Vivo da 15 anni in questo generoso paese, che considero la mia seconda patria. Sono felicissima di avere la cittadinanza italiana, per me questa è una grande festa, una festa importante. Che l'Italia sia sempre più unita! Viva l'Italia!