domenica 25 settembre 2016

Papa Francesco: No alla guerra!

Guerra in Siria

Ci siamo posti in ascolto della voce dei poveri, dei bambini, delle giovani generazioni, delle donne e di tanti fratelli e sorelle che soffrono per la guerra; con loro diciamo con forza: No alla guerra! Non resti inascoltato il grido di dolore di tanti innocenti. Imploriamo i Responsabili delle Nazioni perché siano disinnescati i moventi delle guerre: l’avidità di potere e denaro, la cupidigia di chi commercia armi, gli interessi di parte, le vendette per il passato. Aumenti l’impegno concreto per rimuovere le cause soggiacenti ai conflitti: le situazioni di povertà, ingiustizia e disuguaglianza, lo sfruttamento e il disprezzo della vita umana. Si apra finalmente un nuovo tempo, in cui il mondo globalizzato diventi una famiglia di popoli. Si attui la responsabilità di costruire una pace vera, che sia attenta ai bisogni autentici delle persone e dei popoli, che prevenga i conflitti con la collaborazione, che vinca gli odi e superi le barriere con l’incontro e il dialogo. 


Papa Francesco

1 commento:

NAZZARENO ha detto...

QUALE DIALOGO SE I BUONI CRISTIANI STANNO RINCHIUSI NEL LORO GUSCIO, NON INTENDONO APRIRE NESSUN DIALOGO ALL'INFUORI DI QUALCHE PERSONA. NELLA CONCRETEZZA CIASCUNO APPARTENENTE AI VARI MOVIMENTI E ASSOCIAZIONI HA L'OBBLIGO DI RITROVARSI INSIEME. A COSA SERVE BRONTOLARE SENZA PORTARE UN PROPRIO CONTRIBUTO A QUANTO IL SANTO PADRE FRANCESCO QUOTIDIANAMENTE CI DICE CI COMUNICA PRIMA CON GESTI CONCRETI POI CON LE PAROLE?????