mercoledì 26 settembre 2012

"Pecoranera" di Devis Bonanni



Devis Bonanni un giovane informatico di Raveo in provincia di Udine, dal 2003 decide di cambiar vita e di dare le sue braccia  alla campagna. Della sua avventura ne ha fatto un libro “Pecoranera. Un ragazzo che ha scelto di vivere nella natura” (Marsilio). Riportiamo alcuni passi di un’intervista da lui rilasciata alla giornalista Fabiana Bussola


La pulsione per la terra risale fin dalle superiori, anche se ero totalmente inesperto. Mi affascinava però l’idea riprodurre il mio cibo. Così ho deciso di iniziare a lavorare un piccolo pezzo di terra della mia famiglia. Seguivo la terra mentre andavo al lavoro a Udine come perito informatico, dedicando il fine settimana alla campagna. Oltre a seminare pomodori e fagioli ho cominciato a produrre patate e seminare un tipo di mais locale. Sono andato così avanti per 5 anni finché ho deciso che dovevo scegliere. E visto che non mi concedevano il part time, mi sono licenziato.
Pensavo  di poter vivere di agricoltura e miravo ad avere un’azienda mia. Adesso invece capisco quanto sia difficile vivere solo del lavoro dei campi e quanto ci sia bisogno nella vita di ampliare le proprie esperienze. Ma resta fermo un punto: voglio continuare a  produrre il cibo per me, la mia famiglia, gli amici e vendere un po’ dei miei prodotti. L’autosufficienza alimentare è un aspetto centrale della mia vita e desidero che resti il fulcro del mio lavoro.
Successivamente è nato il progetto “Pecoranera” pensato come un’iniziativa  per coltivare la terra insieme agli altri. Ho sempre creduto che condividere avrebbe dato maggiore significato alla mia scelta di vita. Non è stato facile aprirsi alla presenza di altre persone che in questi anni sono venute a collaborare per alcuni periodi…Fino a qualche tempo fa in massima parte si trattava di persone sui 35-40 anni. Adesso stanno crescendo le richieste dei ragazzi sui 20-25 anni, che si interrogano sul  loro futuro e sentono il bisogno di cambiare rotta, di prepararsi per un cambiamento radicale dello stile di vita …Forse per alcune persone le mie scelte suscitano critiche perché preferiscono confermare la validità delle loro scelte, anche se non li rendono liberi e felici. Io non dico di aver trovato la formula magica. Ho solo seguito un sogno, nella consapevolezza che viviamo tempi di trasformazione e che dobbiamo cambiare un cosiddetto progresso che ci intrappola. Farlo costa molta fatica e mette in campo diversi rischi, non ultimo quello di dover correggere i propri sogni. Però le rivoluzioni vere avvengono grazie  a tante rivoluzioni individuali, non credo a quelle calate dall’alto…Io ho scelto di tornare a valorizzare il mio paese, di provare ad operare il cambiamento partendo da ciò che avevo attorno. E’ quello che suggerisco a tutti.

Devis Bonanni

Da Fabiana Bussola, Devis e la vita nuova, Il Nostro tempo, Torino 24 giugno 2012

Nessun commento: